L’altra metà del cielo: Edirol per il video HDV “on-location”

di Marco Commenta

L'altra metà del cielo: Edirol per il video HDV “on-location”In occasione del NAB Show di Las Vegas la Roland Systems Group (RSG), azienda del gruppo Roland che si occupa dei brand Edirol and RSS negli Stati Uniti, ha presentato un nuovissimo prodotto Edirol che coinvolge in particolar modo il settore Video. Si chiama Edirol F-1 e, nello specifico, si profila come registratore digitale video HDV da utilizzare per lo “shooting on lcation”, concepito appositamente per impieghi in esterne, direttamente sul set delle riprese. In occasione del lancio al NAB, “Il nuovissimo registratore video F-1 si affianca all’apprezzatissima famiglia di registratori digitali per le riprese sul campo EFP di Edirol che comprende l’R-09HR, l’R-44 e l’R-4Pro”, ha sottolineato Massimo Barbini, Managing Director di Edirol Europe, in visita allo stand RSG in Vegas. In un momento come quello che stiamo vivendo, in cui il video è così presente in tutti i settori, dal broadcast all’istituzionale, dalla didattica all’entertainment, dagli entusiasti “videographer” all’evidente esplosione nella creazione di content personalizzato sul web (YouTube in testa), in Edirol Europe siamo davvero elettrizzati perché il lancio dell’F-1 è davvero strategico per il futuro dei nostri prodotti.”

Oltre a catturare video in formati HDV o DV nativi, il nuovo F-1 prevede anche due ingressi addizionali audio, nessuna limitazione nelle dimensioni dei file memorizzabili, la possibilità di rimuovere l’hard disk che fa da supporto di registrazione e diverse opzioni di alimentazione: tutte caratteristiche che ne fanno un compagno perfetto in un range di applicazioni davvero illimitato e praticamente ovunque.

Oltre alla possibilità di immagazzinare un segnale video, il registratore da campo F-1 prevede di serie due ingressi audio analogici bilanciati, dedicati alla cattura di due sorgenti sonore addizionali indipendenti – per esempio, rumori d’ambiente o altri microfoni o un segnale di un mixer audio – che vanno ad affiancarsi agli altri due canali già previsti nello stream video.

Questi due canali audio extra sono “lockati” al video e vanno ad accompagnare lo stream digitale video sotto forma di file Wav broadcast lineari, digitali, non compressi e separati.

Questo “tratto caratteriale” del nuovo F-1 è molto importante in quanto non solo moltiplica per due i tipici ingressi audio di un registratore digitale standard, ma permette anche di registrare il sonoro in qualità 16-bit/48kHz: un grande vantaggio per la produzione HDV in quanto così operando ne fa crescere moltissimo la qualità audio.

Sul versante dello storage, F-1 prevede un hard disk removibile che consente all’utente un veloce interscambio di drive e di continuare a girare, virtualmente senza fermarsi, fino a completa soddisfazione. A fine riprese, lo stesso HDD va a collegarsi direttamente a un computer per trasferire il girato nel proprio programma di editing. E’ inoltre fornita un’uscita RGB che permette connessioni dirette a un monitor VGA per un veloce preview di fotogrammi con tanto di programma Utility per una selezione preliminare delle scene. Grazie alla porta USB è persino possibile interfacciare mouse e tastiera per accedere a vere e proprie funzioni di editing off-line all’interno dell’F-1, senza bisogno di alcuna connessione a computer esterno.

Infine, una porta di rete permette di pilotare una o più unità F-1 da remoto mediante un comune switch Ethernet e relativo computer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>