Sniper: Ghost Warrior 3 con la nuova Open Beta, ecco le due missioni introdotte

di Gio Tuzzi Commenta

Sniper: Ghost Warrior 3 con la nuova Open Beta, al punto che oggi possiamo analizzare più da vicino le due missioni introdotte. Cosa c'è da sapere?

Grosse novità in arrivo per tutti coloro che hanno imparato ad apprezzare Sniper: Ghost Warrior 3. Di recente, infatti, abbiamo avuto modo di assistere al rilascio della nuova Open Beta pensata in primis per chi è in possesso di un PC.

Proviamo a questo punto ad analizzare più da vicino le due nuove missioni che sono state introdotte attraverso le novità delle ultime ore con Sniper: Ghost Warrior 3: 

  • Cut Off: “I separatisti controllano una grande antenna, che gli permette di utilizzare i satelliti per monitorare i movimenti del nemico e comunicare con gli avamposti lontani. Jon deve infiltrarsi in questa base e riposizionare manualmente i piatti per intercettare il segnale satellitare. L’accesso alle comunicazioni nemiche darebbe a Jon e alla sua squadra un vantaggio tattico sul nemico e preziose informazioni su suo fratello, Robert”.

  • Blockout: “Jon coopera con la resistenza locale, i Rotki Lions, che gli ha fornito la posizione di uno degli obiettivi più ricercati della sua lista – la lista contiene i nomi dei criminali di guerra che Jon deve neutralizzare per portare giustizia in Georgia. L’obiettivo è Ivan Krustchev. Si nasconde in un complesso di appartamenti abbandonato, circondato dalle sue guardie. Come pensate di completare questa missione? Userete il vostro fucile da cecchino dal palazzo di fronte, prenderete l’avamposto con il fucile d’assalto, o vi nasconderete dalle guardie per eliminare il vostro obiettivo silenziosamente?”

Avete già provato la nuova Open Beta di Sniper: Ghost Warrior 3? Quali sono le vostre prime impressioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>