Rai collabora con YouTube per la distribuzione di contenuti

di Redazione Commenta

Dopo un soddisfacente periodo di test, Rai ha formalizzato con YouTubeTM un accordo mirato a rendere disponibile una selezione della propria vasta produzione attraverso la comunità online più popolare del mondo, che consente a milioni di persone di scoprire, guardare e condividere video. L’accordo – stretto attraverso la consociata RaiNet – segna la nuova strategia editoriale di YouTube, volta a massimizzare la distribuzione e monetizzazione di contenuti mediante collaborazioni e condivisione dei guadagni con partner chiave, che rappresentano le più frequentate destinazioni sul web. Ogni settimana, RaiNet caricherà quindi i propri contenuti sul proprio branded Channel YouTube (it.youtube.com/rai), rendendoli consultabili agli utenti di tutto il mondo.

RaiNet userà inoltre l’avanzata tecnologia VideoID di YouTube per gestire e proteggere i propri contenuti sul sito. VideoID è uno strumento che permette ai proprietari dei contenuti di identificare i loro materiali su YouTube e di decidere come renderli disponibili. Con YouTube VideoID, i titolari dei diritti possono infatti agevolmente gestire i propri contenuti e stabilire se ottenerne ricavi, rimuoverli o semplicemente monitorarli. Facendo questa scelta innovativa, RAI si aggiunge ai molti altri partner di YouTube che hanno adottato questo strumento, tra i quali vi sono CBS, Lionsgate, Electronic Arts, Sony BMG Europe e AFP.

Secondo l’Ad di RaiNet e direttore di Rai Nuovi Media, Piero Gaffuri: “La conclusione di questo accordo va nella direzione indicata dal nostro piano editoriale, che prevede la diffusione dei contenuti RAI su più piattaforme e partnership con operatori web di alto profilo internazionale”.

Chad Hurley, co-fondatore e CEO di YouTube, ha aggiunto: “Siamo davvero soddisfatti che un player europeo importante come la Rai abbia deciso di abbracciare la nostra piattaforma e di usare il nostro strumento VideoID per gestire e proteggere i propri contenuti. Attraverso il suo canale YouTube, Rai perseguirà in un modo innovativo sia il suo ruolo di servizio pubblico sia i propri obiettivi commerciali. Il valore delle produzioni Rai e la ricchezza del suo archivio riscuoteranno certamente un ampio successo presso la comunità YouTube”.

In una prima fase, l’offerta di RaiNet su YouTube consisterà nel rafforzamento del branded Channel già attivo, in crescita da gennaio 2008. Dai prossimi mesi saranno invece strutturati dei canali tematici – news, Junior, fiction, cult clip e comicità – pensati per il pubblico giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>