Fusione del nocciolo di una centrale nucleare

di Blogger Commenta

Rapporto Rasmussen (Norman C. Rasmussen) WASH-1400, Reactor Sfety Study Presidential Commission on Catastrophic Nuclear Accidents

Si parla tanto del pericolo di Fusione del nocciolo della centrale nucleare di Fukushima, ma quante possibilità ci sono realmente, o almeno le casistiche cosa dicono.
Ufficialmente noto come “WASH-1400”, è un rapporto pubblicato nel 1975 dalla Nuclear Regulatory Commission (autorità di controllo nucleare statunitense) e redatto da una commissione di esperti presieduta dal prof. Norman Rasmussen; è pertanto noto come Rapporto Rasmussen.

Esso si compone da un’analisi delle varie possibilità di incidente e delle conseguenze che ne scaturiscono in reattori di tipo LWR (Light Water Reactor, reattori ad acqua leggera) quali PWR e BWR.

L’analisi in questione si pronuncia sulla probabilità che avvenga un incidente nucleare. In particolare viene esplicitata la probabilità che si abbia la fusione del nocciolo (il più grave tipo di incidente che si può verificare in una centrale elettronucleare). Tale probabilità è indicata come 1/20000 per reattore all’anno. Anche in verificarsi di un tale incidente, la probabilità che ci siano rilasci significativi di materiale radioattivo nell’ambiente esterno è di 1/100.
Per cui in totale la probabilità di un incidente di fusione del nocciolo con contaminazione esterna, per questo tipo di reattori, sarebbe di 1/1000000 cioè l’evento dovrebbe verificarsi solo una volta in un milione di anni.

Le conclusioni del rapporto precedono di soli pochi anni l’incidente -nel 1979-di Three Mile Island che produsse una parziale fusione del nocciolo ed il rilascio controllato di gas radioattivi (idrogeno) dall’impianto.

Fonte Wikipedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>