La chitarra del futuro

di Paolo Testa Commenta

La tecnologia ha ormai invaso tutti i campi possibili portando delle vere e proprie rivoluzioni in tutti i settori. Software sempre più all’avanguardia riescono a rendere la nostra vita sempre più comoda e sempre più agevolata nelle diverse situazioni.

Un campo che la tecnologia ha decisamente rivoluzionato negli ultimi anni è stato quello della musica. Un campo che ha visto nascere strumenti elettrici, sintetizzatori e addirittura nuovi generi musicali grazie alla tecnologia e ai suoi mezzi.

Ma questa rivoluzione musicale sembra non volersi fermare. Arriva, infatti, la chitarra del futuro, una chitarra che rivoluzionerà per sempre la storia dello strumento in questione. Un nuovo strumento che si basa sulle sue solide origini.

A dare vita a questo nuovo progetto è stato il celebre designer statunitense Allan Gittler. Un progetto che inaspettatamente nasce nel 1970 anno in cui fu depositato lo stesso brevetto.

Una chitarra del tutto nuova alla vista, uno strumento privo di tutte le sue solite parti essenziali per la riproduzione del suono, una chitarra minimal, senza la cassa (corpo), senza la paletta per quella che è l’accordatura. Una nuova chitarra alla quale rimane solamente il manico e l’elettronica che darà, dietro il collegamento all’amplificatore, soddisfazioni musicali classiche e nuove, tutte da scoprire.

Nell’era in cui si continua a vivere il futuro, futuro che invade tutti i campi come L’Estonia vive il futuro del Wi-Fi e i social network che interpretano gli utenti come Facebook svela il carattere degli utenti: ecco come, non potevano mancare le innovazioni nel mondo della musica, mondo della musica.

Photo Credits – Ian Gavan – Getty Images Entertainment – Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>