Effetto museo: così le foto d’artista si trasformano in quadri su tela

di Redazione Commenta

Gli appassionati di fotografia sanno quanto è importante selezionare solo gli scatti più belli, limando eventuali imperfezioni e lasciando da sfogliare il top di gamma. Sono immagini il più delle volte legate a viaggi, eventi o attimi importanti di vita vissuta: insomma, scorci capaci di suscitare grandi emozioni. È sbagliato lasciare un simile tesoro, anche dopo un’attenta selezione dei pezzi forti, a languire in una galleria di tablet oppure in una penna USB o ancora nel Cloud. La cosa migliore da fare sarà individuare le immagini più interessanti per creare una composizione di quadri su tela così da arredare con gusto la propria abitazione. In questo modo l’amore per la ricerca della luce e del soggetto giusto, in altre parole la passione per la macchina fotografica, potrà diventare un mezzo per parlare di sé ogni giorno attraverso le pareti di casa. L’iniezione di relax, positività e benessere che si potrà ottenere dalla vostra stampa su tela sarà assoluta e riguarderà sia chi quelle stanze le vive ogni giorno sia gli ospiti occasionali, gli amici e i parenti. L’effetto museo è assicurato: una soluzione che potrà essere adatta non soltanto al contesto domestico ma anche a quello dell’ufficio e in generale degli ambienti di lavoro.

Tecniche di stampa su tela all’avanguardia e materiali innovativi

Trasformare le proprie foto in quadri su tela è semplice, basta affidarsi ai portali digitali di specialisti che offrono un simile servizio. Grazie ad essi è in genere anche possibile procedere alla scelta del tipo di cornice (legno, metallo, extra fine, scrivibile e così via) così da rispondere a qualsiasi esigenza abitativa. Le tecniche di stampa sempre più all’avanguardia consentono di ‘superare’ il concetto della carta fotografica per andare alla scoperta di nuovi supporti, sempre nel nome di un’alta qualità di risoluzione. I quadri su tela sono le soluzioni al momento più gettonate, perché conferiscono un surplus di eleganza a immagini che già di per sé sono all’ultimo grido in fatto di bellezza.

Chi ama l’arte contemporanea avrà la possibilità di realizzare delle sofisticate composizioni foto su tela che, in maniera frammentata, restituiranno un’immagine ben definita a colpo d’occhio. L’opera d’arte che si crea utilizzando le foto è dunque caratterizzata da un certo movimento, il che gli consentirà di divenire in un attimo protagonista assoluta dell’intero contesto. I pannelli potranno essere avvicinati in modo da suscitare un’aura accogliente oppure di rottura con il resto dell’arredamento: sarà il gioco di contrasti a creare l’intreccio di emozioni che solo luce e inquadratura particolari sanno creare. Insomma, la fantasia è tutto ed è bene non aver paura di osare: si possono anche scorporare i quadri e disporli lontani tra loro nella stanza, in modo da offrire l’occasione di ricomporre l’immagine studiandoli da vicino e da lontano.

Come progettare i quadri attraverso i portali digitali

Ma com’è possibile procedere alla creazione di queste piccole grandi opere d’arte? Le stampe su tela possono essere progettate e richieste direttamente online dai portali che si occupano della stampa: viene messo a disposizione un percorso ad hoc per gli utenti che desiderino progettare i quadri stessi. E le tariffe? Per niente salate, soprattutto perché operando online si riducono di base i costi. Per realizzare i quadri su tela basterà caricare sul web le proprie foto, applicando eventuali modifiche e correttivi prima di scegliere il tipo di supporto e la specifica cornice. Arriverà tutto a casa nel giro di pochi giorni. Scegliete sempre un punto luminoso per esporre la vostra foto ma soprattutto optate per una parete del tutto libera. Con delle appliques sopra la tela sembrerà proprio di entrare in un museo personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>