904 milioni di dollari per Apple

Spread the love

Apple® ha annunciato oggi i risultati finanziari del quarto trimestre dell’anno fiscale 2007 conclusosi il 29 settembre 2007. Durante il trimestre interessato, l’azienda ha realizzato un fatturato di 6,22 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 904 milioni di dollari, pari a 1,01 dollari per azione diluita. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato, in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 4,84 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 542 milioni di dollari, pari a 0.62 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 33,6 percento, in crescita rispetto al 29,2 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 40% del fatturato trimestrale.

Apple ha venduto 2 milioni e 164 mila computer Macintosh®, dato che rappresenta una crescita del 34% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa e che supera di oltre 400.000 unità il precedente record trimestrale di vendite Mac®. L’azienda ha inoltre venduto 10 milioni e 200 mila iPod durante il trimestre, dato che rappresenta una crescita del 17% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. Le vendite trimestrali di iPhone™ sono state di 1 milione e 119.000 unità, portando le vendite totali dell’anno fiscale 2007 a 1 milione e 389 mila unità.

“Siamo molto lieti di annunciare di aver generato oltre 24 miliardi di dollari di fatturato e 3,5 miliardi di dollari di utile netto durante l’anno fiscale 2007,” ha affermato Steve Jobs, CEO di Apple. “Non vediamo l’ora di avare un forte trimestre di dicembre dal momento che entriamo nella stagione natalizia con la migliore linea di prodotti che Apple abbia mai avuto.”

“Apple ha chiuso l’anno fiscale con 15,4 miliardi di dollari in liquidità e nessun debito,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple. “ Guardando avanti al primo trimestre dell’anno fiscale 2008, ci attendiamo un fatturato di circa 9,2 miliardi di dollari e un utile per azione diluita di circa 1,42 dollari.”

Apple fornirà lo streaming live della conference call sui risultati finanziari del quarto trimestre 2007 utilizzando QuickTime®, la tecnologia Apple basata su standard per lo streaming audio e video live e on demand. La presentazione in diretta via Web inizierà alle 14:00 PST di lunedì 22 ottobre 2007 sul sito www.apple.com/quicktime/qtv/earningsq407/ e sarà disponibile per successive riproduzioni.

Questo comunicato stampa contiene delle affermazioni previsionali sul fatturato e sull’utile per azione dell’azienda. Queste affermazioni sono soggette a rischi e incertezze e il risultato effettivo potrebbe essere diverso. Tali rischi e incertezze comprendono potenziali controversie legali e atti di imposizione governativa che potrebbero derivare dai fatti oggetto dell’investigazione svolta dalla commissione speciale del consiglio direttivo e la riformulazione degli statement finanziari consolidati dell’Azienda; conclusioni negative di azioni legali; gli effetti che fattori competitivi ed economici, e la reazione a essi da parte dell’Azienda, possono avere sulle decisioni d’acquisto dei prodotti dell’azienda, sia a livello consumer che a livello business; conflitti bellici, azioni terroristiche, problemi di salute pubblica, e altre circostanze che potrebbero interrompere la fornitura, la consegna o la domanda di prodotti; la continua pressione competitiva nel mercato; la dipendenza da parte dell’Azienda da un unico service provider per iPhone in USA, UK, Germania e Francia; la disponibilità costante in termini accettabili di determinati componenti e servizi, essenziali al business dell’azienda, attualmente forniti da fonti uniche o limitate; la capacità dell’azienda di essere tempestiva nell’offerta al mercato e nello stimolare la richiesta da parte dei consumatori di nuovi programmi, prodotti e innovazioni tecnologiche di successo; l’effetto che le transizioni di prodotto, i cambiamenti nel mix di prodotto o di prezzo, e/o gli aumenti dei costi delle componenti potrebbe avere sul margine lordo dell’Azienda; l’effetto che problemi di qualità del prodotto potrebbero avere sulle vendite e sugli utili operativi dell’Azienda; rischi di magazzino associati alla necessità dell’azienda di ordinare o di impegnarsi ad ordinare componenti dei prodotti in anticipo rispetto agli ordini dei consumatori; l’effetto che la dipendenza dell’azienda dai processi di produzione e servizi di logistica forniti da terze parti potrebbe avere sulla qualità, sulla quantità o sui costi dei prodotti realizzati e dei servizi offerti; la dipendenza dell’Azienda dalle prestazioni commerciali dei distributori e altri rivenditori dei prodotti dell’Azienda; la dipendenza dell’Azienda dalla disponibilità di contenuti digitali di terze parti; l’impatto potenziale dell’eventuale scoperta che l’Azienda abbia infranto i diritti di proprietà intellettuale di altri.
Ulteriori informazioni relative a potenziali fattori che potrebbero avere un impatto sui risultati finanziari della società sono contenute periodicamente in documenti pubblici dell’azienda depositati presso la SEC (US Securities and Exchange Commission), tra cui il modulo 10-K relativo all’anno fiscale conclusosi il 30 Settembre 2006, i moduli 10-Q relativi ai trimestri fiscale conclusi il 30 dicembre 2006, il 31 marzo 2007, e il 30 giugno 2007, e il modulo 10-K relativo all’anno fiscale conclusosi il 29 settembre 2007 da depositare alla SEC. L’azienda non si assume alcun obbligo di aggiornare qualsiasi informazione o affermazione previsionale, che si intendono riferite alla data in cui vengono fatte.

Apple ha dato il via alla rivoluzione del personal computer negli anni ‘70, con Apple II, e lo ha reinventato un decennio più tardi, con l’introduzione del Macintosh. Ancora oggi Apple continua a guidare il settore grazie alla sua capacità di innovazione, con computer desktop e portatili, il sistema operativo OS X, gli applicativi iLife e quelli professionali. Apple sta inoltre guidando la rivoluzione dei media digitali con la linea di lettori di musica e video iPod e con il negozio online iTunes. Apple ha fatto il suo ingresso nel mercato della telefonia cellulare quest’anno con il suo rivoluzionario iPhone.

Lascia un commento