Sourcesense e Microsoft: collaborazione per gli standar aperti

Spread the love

Sourcesense, primo gruppo europeo nel settore della consulenza strategica e della system integration in ambito open source, e Microsoft Italia hanno avviato un programma di collaborazione per lo sviluppo di librerie open source e la creazione di una comunità di sviluppatori a supporto del formato Office Open XML (standard ECMA 376).
La collaborazione tra Sourcesense e Microsoft ha come obiettivo immediato la realizzazione di una nuova versione di Apache POI, la libreria Java già riferimento nel mondo open source per la gestione dei formati binari di Microsoft Office, che sarà così in grado di supportare il formato ECMA Office Open XML di Microsoft Office 2007. Questo consentirà alla libreria di giocare un ruolo fondamentale all’interno dei nuovi scenari di interoperabilità che si aprono con la disponibilità dei formati standard, basati su XML, per i documenti da ufficio.

Sourcesense, che ha al suo interno membri e committer – le persone autorizzate a scrivere codice – della Apache Software Foundation, metterà a disposizione la sua esperienza nella gestione di comunità focalizzate su attività di sviluppo collaborativo. Microsoft metterà a disposizione le proprie competenze a supporto delle attività di questa community.

“Interoperabilità e compatibilità multipiattaforma sono le richieste indirizzate ogni giorno da clienti, partner e sviluppatori ai principali player del mercato IT”, ha dichiarato Pierpaolo Boccadamo, Direttore della Strategia di Piattaforma di Microsoft Italia. “La collaborazione con Sourcesense conferma il nostro impegno allo sviluppo di soluzioni di interoperabilità per ambienti multipiattaforma. Siamo particolarmente soddisfatti che un progetto come questo parta dal nostro Paese e contribuisca alla nascita di una comunità di sviluppatori che aiuterà le aziende a creare applicazioni in un formato aperto e standard, come Office Open XML”.

“Il mondo del software aperto e delle community di sviluppo collaborativo si è da sempre posto il problema dell’interoperabilità e del supporto delle tecnologie più diffuse”, dichiara Gianugo Rabellino, CEO di Sourcesense. “Le librerie Apache POI sono usate in molti progetti open source e in un gran numero di applicazioni enterprise che gestiscono documenti Office, e il supporto del formato Office Open XML risponde alla richiesta di applicazioni in grado di interagire tra loro anche in futuro. La collaborazione di Microsoft con la Apache Community è una testimonianza dell’attenzione verso le esigenze della comunità open source, e l’impegno di Sourcesense in questa fase risponde pienamente alla missione dell’azienda, che è quella di raccordare il mondo della grande impresa IT e quello dell’open source”.

La versione di Apache POI con il supporto per Office Open XML è in fase di sviluppo e può essere scaricata dal sito del progetto POI (http://poi.apache.org). Un primo rilascio è previsto nel secondo trimestre del 2008.

Lascia un commento