Sony VPL-VW550ES, nuovo proiettore 4k HDR

di Michele Costanzo Commenta

sony-vpl-vw550es
Delle novità portate da Sony all’IFA 2016 di Berlino abbiamo già parlato presentando la action camera FDR-X3000R. Altra importante anteprima svelata dal produttore è stata il videoproiettore Sony VPL-VW550ES, un prodotto di fascia alta che abbina le tecnologie oggi più interessanti in tema di home video.

Caratteristiche del Sony VPL-VW550ES

Nella gamma del produttore il nuovo Sony VPL-VW550ES va a sostituire il precedente modello VPL-VW520ES rispetto al quale introduce una serie di miglioramenti tecnici. Il VW550ES è il terzo proiettore di Sony ad abbinare 4k ed HDR, due degli standard su cui più si sta investendo ormai da molti mesi. Il Sony VPL-VW550ES abbina dimensioni compatte con il supporto nativo al 4k che come noto offre una risoluzione 4 volte superiore allo standard Full HD. Il supporto ai video girati con tecnologia HDR offre un esteso intervallo di contrasto in ciascun fotogramma.

Da un punto di vista più strettamente tecnico il nuovo Sony VPL-VW550ES si caratterizza per una luminosità di ben 1800 lumen e per un rapporto di contrasto dinamico di 350.000:1. L’impiego di una lampada a lunga durata offre fino a 6000 ore di funzionamento semplificando in questo modo la manutenzione del proiettore.

Disponibile da ottobre 2016

Come tradizione di casa Sony, anche il VW550ES è particolarmente curato nelle design con l’ottica posizionata centralmente all’interno di un corpo compatto e dalle linee morbide. Il videoproiettore è progettato nell’ottica dell’home cinema ed è quindi caratterizzato da un funzionamento molto silenzioso.

Il nuovo Sony VPL-VW550ES sarà proposto in due varianti di colore, il classico nero ed il bianco. Due versioni quindi pensate per adattarsi al meglio allo stile dell’ambiente circostante. In Europa le vendite del nuovo VPL-VW550ES partiranno nel mese di ottobre.

[Via & Photo Credits | Sony]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>