IoT, Qualcomm acquisisce NXP per la cifra record di 47 miliardi di dollari

di Michele Costanzo Commenta


Se le premesse attuali saranno confermate, il settore della Internet of Things andrà incontro nei prossimi anni ad una rapido ed intenso sviluppo. Anche guardando a questa prospettiva, Qualcomm ha annunciato un accordo per l’acquisizione di NXP.

Le cifre dell’accordo tra Qualcomm e NXP

L’accordo tra Qualcomm e NXP è stato approvato dai consigli di amministrazione delle due società e si configura come una delle maggiori operazioni mai effettuate nel settore. In base all’intesa Qualcomm presenterà una offerta per l’acquisizione dell’intero capitale sociale di NXP pagando 110 dollari per azione. L’intera operazione avrà quindi un controvalore complessivo di circa 47 miliardi di dollari.

Le due società puntano a creare un polo tecnologico per il mondo connesso che spazierà dal mobile all’automotive, dall’infotainment, all’Internet delle cose. L’operazione di acquisizione dovrebbe chiudersi entro la fine del 2017 e dovrà ottenere l’autorizzazione delle autorità antitrust competenti.

Le prospettive dell’accordo

Forse poco nota al grande pubblico, l’olandese NXP è una multinazionale specializzata nella progettazione e produzione di semiconduttori. L’attività della società nel settore automobilistico spazia dalla sicurezza, all’interconnessione ed all’intrattenimento di bordo. NXP inoltre sviluppa soluzioni per il comporto industriale ed ha una posizione di grande rilievo anche nei settori Internet of Things, networking e wireless.

Da quanto detto appare subito evidente la notevole complementarietà di NXP con Qualcomm che a sua volta è leader nello sviluppo di SoC e moduli di comunicazione per il settore mobile. L’unione delle due società offrirà quindi una piattaforma globale in grado di coprire nuove e crescenti esigenze di connessione e comunicazione.

[Via | Qualcomm, NXP]
[Photo Credits | OpebClipArt]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>