La normalizzazione degli indirizzi postali e i suoi vantaggi

di Redazione Commenta

Nella gestione massiva di indirizzi, in particolare derivanti da processi di data entry distribuiti, è inevitabile che si trovi una quantità di errori più o meno elevata. Nella maggior parte dei casi è necessario correggerli prima di utilizzare i dati per elaborazioni successive, altrimenti ci possono essere vari tipi di disguidi e, in casi particolarmente sfortunati, un degrado significativo delle prestazioni degli applicativi a cui gli ingressi sono destinati.

Inoltre, software e programmi per l’instradamento hanno bisogno di indirizzi in un formato unificato per l’elaborazione, cosa che per motivi tradizionali non è sempre possibile. Infatti ogni paese ha la sua modalità di scrittura e in alcuni casi i dati possono risultare ambigui. Quando si deve elaborare una grossa quantità di informazioni è quindi necessaria una loro normalizzazione preventiva.

Normalizzazione massiva degli indirizzi

Per ogni batch di dati anagrafici da gestire è necessario verificare le incoerenze presenti, correggerle, possibilmente con un sistema automatizzato per ridurre i tempi, e correlare informazioni avanzate, come quelle di geolocalizzazione, destinate a sistemi di ottimizzazione del traffico e ai navigatori.

Tramite l’applicativo sviluppato da Egon.com, che può essere raggiunto tranquillamente via web oppure installato in una versione locale, è possibile elaborare questi dati per più di 250 paesi sparsi per i 5 continenti, con strumenti per la normalizzazione dei formati degli indirizzi e il recupero delle parti incomplete o erronee.

Una volta effettuata l’operazione di normalizzazione, gli indirizzi possono essere restituiti nel formato locale più adatto oppure preferito dall’utente, ad esempio per operazioni di postalizzazione, con traslitterazione, latinizzazione o scrittura nel linguaggio e nei caratteri  nativi di una zona. Tutto questo sempre in forma automatizzata con le relative formattazioni, come maiuscolo o corsivo e le loro versioni locali.

Gestione avanzata degli indirizzi normalizzati

Il software è pensato per il funzionamento in tempo reale, ovviamente in base alla possibilità di aggiornare i database per la versione offline, e permette di correggere direttamente gli errori in fase di digitazione da parte dell’operatore.

Questo avviene con uno strumento per i suggerimenti e grazie alla possibilità di attivare i principi di localizzazione spaziale e temporale per avere consigli affidabili. Inoltre esistono anche semplici tool che permettono di aggiungere elementi importanti come il CAP, nel caso che non siano stati riportati in fase di data entry, oppure l’eliminazione dei dati duplicati o superflui.

Tutti i file poi possono essere sincronizzati ed aggiornati per venire incontro alle esigenze di imprese che hanno database distribuiti o presenti su più piattaforme con comunicazione remota.  Il programma permette anche di effettuare le correzioni standard di testo, come doppie battute, errori di digitazione, eliminazione e aggiornamento di indirizzi obsoleti, oltre che aggiunte di titoli di cortesia per i destinatari.

Il software per la normalizzazione degli indirizzi può essere utilizzato per operazioni di  validazione di archivi, migrazione e sincronizzazione di database oltre che per operazioni di mailing massivo e per gli spedizionieri.

Gestire database massicci è anche importante per bonificare i propri archivi clienti, abbassando così i costi di gestione in particolare quando ci sono in ballo spedizioni di informative su carta e pubblicità che non possiedono uno strumento per il feedback e potrebbero essere recapitate a indirizzi non più attivi.

Inoltre molto spesso per le imprese è necessario l’inserimento massivo di indirizzi tramite spreadsheet e fogli in vario formato, che tramite il software possono essere normalizzati in gruppo, ottimizzati e acquisiti rapidamente con file negli standard più diffusi come XML XLS  e CSV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>