Tutto quello che devi sapere sui connettori rca

di Gio Battimelli Commenta

Un connettore di tipo rca può condurre, a basse tensioni, segnali video oppure audio: può essere realizzato in strutture differenti per adeguarsi alle varie esigenze, di casa o di un ufficio e connettere anche più dispositivi in completa sicurezza. La reperibilità di questi prodotti non è complicata, ma occorre sempre riferirsi a esercizi commerciali specializzati che possano offrirne una gamma variegata e completa, nonché indicazioni chiare, magari con un supporto clienti dedicato. Ed è il caso di molti e-commerce, ove serietà e convenienza sono alla base di forniture di connettori rca ben descritti, corredati di foto e accurate descrizioni tecniche completate da filtri per una ricerca più semplice.

Come sono fatti i connettori rca

Come anche molte altre tipologie di connettore, anche le rca (così denominate per il nome dell’azienda produttrice) hanno la versione di spinotto maschio e femmina, quindi provvisto o meno di foratura centrale. Al materiale metallico (o rifinito con placcatura in oro) che conduce la corrente elettrica viene contrapposta una parte isolante, generalmente in plastica o persino in ceramica. Le finiture dei connettori femmina, talvolta, vengono realizzate in nichel e scanalate per ricevere lo spinotto corrispondente con un bloccaggio ideale.

Secondo gli impieghi, i connettori rca possono avere uno spinotto atto a essere posizionato direttamente su un cavo oppure fori e morsetti per assicurarsi a telai di diverse tipologie. Alle volte, possono essere inclusi serracavi per impedire ai fili elettrici di rimanere in disordine e risalire lungo un muro e su una superficie.

La combinazione con cavi completi può essere di due terminazioni di tipo maschio, oppure alternate per una maggiore versatilità d’impiego. Di certo, un cavo resistente è auspicabile in ogni occasione e, più il connettore sarà grande, maggiore si rivelerà lo spessore complessivo.

colori possono apparire utili solo per una questione estetica e di abbinamento alle altre componenti elettroniche, ma in realtà hanno una valenza di distinzione fondamentale: in un impianto stereo i colori del connettore possono essere utili a chi li impiega per distinguere il canale sinistro dal destro, oppure un’uscita audio da una video o ancora per differenziare componenti analogiche e digitali.

Uso dei connettori rca

Video o audio, i connettori rca possono collegare dispositivi di diverso genere a degli amplificatori di ultima generazione, oppure un PC e un lettore CD a uno schermo. In tal senso, si impiegano anche nell’ambito dell’home theater e, fino a poco tempo fa, si usavano anche per talune console di gioco.

Per quanto concerne le performances di questi elementi, se acquistati da professionisti del settore che offrano prodotti di alta qualità, si avrà sempre la garanzia di segnali stabili e durevoli nel tempo. C’è però da ricordare che, qualora si scolleghino o si ricolleghino cavi rca durante il funzionamento di un’apparecchiatura, il verificarsi di statiche o ronzii può essere considerato la norma.

Tra le normative che regolano la vendita di questi prodotti, poi, specie negli e-commerce devono essere ben visibili la RoHS e la dichiarazione di conformità. La RoHS sancisce l’utilizzo minimo o persino nullo di materiali potenzialmente dannosi quali il mercurio, il piombo, il cadmio, il cromo e varie tipologie di ftalati. Il surriscaldamento, l’inalazione o la semplice immissione nell’ambiente non sono mai auspicabili in grandi quantità, per cui si tende sempre a regolarne l’uso. La conformità, invece, riguarda normative riferibili a componenti elettriche che siano state lavorate per garantire gli standard di sicurezza, nell’ottica di una tenuta ottimale in fase di funzionamento e con la corretta manutenzione. In tal senso, il costruttore sarà sempre tenuto a includere un esaustivo manuale con le complete istruzioni per l’uso, ivi incluso quello improprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>