Da National Instruments nuovi sistemi CompactRIO adatti ad applicazioni high volume

di Redazione Commenta

National Instruments ha realizzato due nuovi sistemi CompactRIO, cRIO-9072 e cRIO-9074, che rappresentano la soluzione ideale per la progettazione rapida di macchine industriali high volume. Questi nuovi sistemi CompactRIO sono caratterizzati da un’architettura hardware che integra, all’interno di un singolo chassis, un processore real-time embedded e un chip FPGA riconfigurabile, che assicurano la riduzione dei costi per la realizzazione di applicazioni OEM. Ingegneri e progettisti possono ora progettare, prototipare e sviluppare rapidamente sistemi hardware personalizzabili dedicati ai sistemi embedded di controllo macchina e all’acquisizione dati, con l’utilizzo dell’ambiente grafico LabVIEW di National Instruments, risparmiando sui tempi e costi di progettazione di hardware embedded personalizzato.

I nuovi sistemi cRIO-9072 e cRIO-9074 arricchiscono la gamma di piattaforme NI basate su tecnologia FPGA, tra cui PXI, PC e hardware CompactRIO, che condividono un’architettura embedded standard che combina un potente processore a virgola mobile, un chip FPGA riconfigurabile e moduli di I/O. Questa architettura permette di migliorare l’affidabilità e di ridurre, per i costruttori di macchine, i tempi di introduzione dei dispositivi embedded sul mercato. Inoltre, grazie ad essa e agli strumenti di LabVIEW, è possibile progettare e prototipare rapidamente macchine industriali di monitoraggio e controllo e sistemi embedded con hardware flessibile ad elevate prestazioni, e distribuire le applicazioni sui nuovi sistemi CompactRIO cRIO-907x.

Un esempio dell’efficienza che può essere ottenuta è testimoniato da Sanarus Medical Inc. che ha utilizzato CompactRIO per realizzare il “Visica2 Treatment System”, un sistema per la cura del cancro al seno tramite crioablazione di fibroadenomi rilevati tramite biopsia. Il sistema “Visica 2” utilizza la crioablazione per distruggere, in modo mirato, i fibroadenomi attraverso un’incisione di 3 mm e tramite una guida ad ultrasuoni che non richiede suture o anestesia generale. Questo sistema garantisce alle donne un’alternativa poco invasiva al trattamento chirurgico standard per questa tipologia di tumori.

“Il sistema embedded CompactRIO e gli strumenti grafici di LabVIEW di National Instruments ci hanno permesso di progettare, prototipare e sviluppare rapidamente il sistema di controllo del dispositivo medico “Visica 2” e di raggiungere i nostri obiettivi con un risparmio significativo ed eliminando la necessità di realizzare hardware personalizzato”, ha affermato Jeff Stevens, Principal Systems Engineer di Sanarus Medical. “L’architettura embedded standard RIO – riconfigurabile I/O – e i nuovi hardware a basso costo, come i sistemi cRIO-907x, ci consentono di realizzare rapidamente soluzioni hardware per macchine ad alti volumi senza la necessità di riscrivere il software o iniziare un nuovo progetto”.

Per ridurre il costo di CompactRIO in applicazioni dedicate a macchine high volume, gli ingegneri di National Instruments hanno realizzato i nuovi cRIO-907x come sistemi integrati, con un processore real-time embedded e un chip FPGA sulla stessa PCB (printed circuit board) invece di utilizzare più PCB come nei sistemi CompactRIO tradizionali. Il nuovo sistema cRIO-9072 integra un processore real-time industriale a 266 MHz e uno chassis a 8 slot con un chip riconfigurabile embedded FPGA da 1Mgate, mentre il cRIO-9074 integra un processore real-time a 400 MHz e uno chassis a 8 slot con un chip riconfigurabile embedded FPGA da 3Mgate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>