ASUS al Computex, dal robot Zenbo ai nuovi Transformer

di Redazione Commenta


Sono numerose le proposte che ASUS ha presentato in anteprima al Computex 2016 di Taipei. Novità assoluta è il robot Zenbo pensato per essere il cuore di una casa digitale. Ma c’è anche spazio per i trasformabili 2 in 1 della serie Transformer con schermo da 12,6 e 10,1 pollici.

ASUS Zenbo, un robot per casa

Zenbo è il primo robot sviluppato da ASUS ed è pensato come un vero e proprio assistete virtuale in grado di svolgere una impressionante quantità di funzioni. Zenbo può ad esempio utilizzare la sintesi vocale per leggere ricette in cucina e con un semplice comando vocale può impostare un timer per la cottura. Il piccolo robot di ASUS può controllare numerosi dispositivi intelligenti della domotica, può usare la fotocamera integrata per scattare foto di famiglia e quando resta da solo può utilizzare camera e sensori come un sistema di videosorveglianza.

Il robot ASUS Zenbo può aiutare le persone anziane a ricordare gli appuntamenti e gli orari dei medicinali. Può inoltre intervenire in caso di cadute avvisando i familiari. Zembo dispone anche di funzioni dedicate all’intrattenimento ed all’educazione dei bambini con la possibilità di leggere storie, mostrare video e proporre giochi. In più le funzioni di Zembo potranno essere facilmente estese grazie al supporto per le app.

I nuovi Transformer

Tra le novità viste al Computex si segnala poi il computer 2 in 1 ASUS Transformer 3 Pro. Realizzato in alluminio e caratterizzato da un design moderno, il Transformer 3 è spesso solo 8,35 mm ed adotta un brillante display da 12,6 pollici con una risoluzione di ben 2880 x 1920 pixel.

Nuovi sono anche i trasformabili Transformer 3 (meno di 700 g di peso e soli 6,9 mm di spessore) ed i compatti Transformer Mini con schermo da 10,1 pollici.

[Via & Photo Credits | asus.com]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>