D-Link in 5 anni supera i 320 milioni di porte switch distribuite

di Redazione Commenta

La distribuzione a livello mondiale degli switch Managed e Unmanaged di D-Link, fornitore di soluzioni di rete rivolte alle aziende enterprise e al mercato SMB, ha oltrepassato i 320 milioni di porte nell’ultimo quinquennio, seconda solo a quella di Cisco Systems in base alle statistiche In-Stat.
Da oltre 20 anni D-Link è pioniere nel mondo dei dispositivi per il networking. Parte essenziale di un’ infrastruttura di sostegno aziendale, gli switch D-Link sono in grado di svolgere un ruolo cruciale nel rendere sicura la connessione e la rete di milioni di uffici. Gli switch D-Link sono nati per soddisfare le esigenze di un’ampia gamma di applicazioni business, SMB e consumer, tanto che la varietà di prodotti disponibili conta modelli a chassis fino a 48 porte, Layer 2 o 3, Managed o Unmanaged, Web Smart, Gigabit Ethernet, PoE e Unified Wireless Switch.

Le soluzioni di switch xStack D-Link per medie e grandi imprese permettono alle aziende di installare e gestire facilmente un’architettura LAN, garantendo una robusta connettività di rete, scalabilità, sicurezza e interoperabilità basata sugli standard di mercato.

“Questi risultati confermano lo status di D-Link come una delle principali forze nel settore delle soluzioni di rete” ha affermato Franco Banfi, Product Marketing Manager Southern Europe. “Oltre al successo ottenuto nel mercato consumer per i prodotti di rete domestici, D-Link sta crescendo in Europa e consolidando la sua leadesrship anche come vendor di riferimento per il mercato business”.

Il successo di D-Link sia nel mercato consumer che business è guidato da un modello che mira alla soddisfazione del cliente, sviluppando soluzioni, supporto e servizi locali – grazie alle risorse impiegate in D-Link nello sviluppo tecnologico e nella produzione – garantendo così un’offerta di prodotti con il miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato.

Progettando le nostre soluzioni “a misura d’uomo” così come è definito nel nostro payoff (Building Networks for People), rendendole di semplice utilizzo, scalabili ma sempre al passo con l’ultima tecnologia disponibile

Parte del successo di D-Link risiede anche nel saper precorrere i tempi, anticipando le richieste del mercato con l’offerta di soluzioni altamente innovative prima dei competitor.

E’ stato così alla fine dello scorso anno con il lancio di una nuova serie di switch Gigabit con tecnologia Green Ethernet, che permette un risparmio energetico su due fronti: attivando automaticamente la modalità standby allo spegnimento dei dispositivi connessi anziché lasciare il prodotto sempre acceso, e valutando la lunghezza del cavo di connessione per regolare su di essa il consumo energetico. La maggior parte degli switch desktop infatti supporta una lunghezza massima del cavo di 100 metri, ma nella maggior parte dei casi la connessione effettiva non supera mai i 5 o 10 metri. In questo modo è possibile ridurre sia i consumi energetici che la dissipazione di calore, allungando il ciclo di vita dei prodotti, che non vengono più esposti a lunghi periodi di surriscaldamento.

I primi prodotti a beneficiare di Green Ethernet sono stati gli switch desktop della gamma Gigabit Ethernet siglati DGS-1005D, DGS-1008D, DGS-1016D e DGS-1024D. Nel corso del 2008 però la tecnologia Green Ethernet verrà progressivamente introdotta anche nelle familgie di switch managed e xStack, incentivando privati ed aziende al risparmio energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>