Intel supera la legge di Moore

Spread the love

Intel Corporation ha annunciato 16 processori per server e PC di fascia alta, realizzati utilizzando una formula di transistor interamente nuova che permette di ridurre gli sprechi dovuti alla dispersione di elettricità che ostacolano il ritmo delle future innovazioni del computer. Oltre ad aumentare le prestazioni dei computer e il risparmio energetico, in questi processori è stato eliminato il piombo – perché incompatibile con l’ambiente – e per il 2008 è prevista anche l’eliminazione dei materiali alogeni.
Questi processori, che secondo il co-fondatore di Intel Gordon Moore rappresentano il progresso più significativo degli ultimi 40 anni nella tecnologia dei transistor, sono i primi per cui viene utilizzata la formula Intel ad alta costante k (Hi-k) con gate metallici a base di afnio per le centinaia di milioni di transistor che contengono. Questi processori Intel® Core™2 Extreme e Intel® Xeon® sono inoltre i primi a essere realizzati con il processo di produzione a 45 nanometri (nm) di Intel, che comporta un ulteriore aumento delle prestazioni e una riduzione del consumo energetico.

Combinando queste due innovazioni con le nuove caratteristiche dei processori, Intel può continuare a offrire processori sempre più veloci e con una maggiore efficienza energetica nel pieno rispetto per l’ambiente. Grazie a queste novità rivoluzionarie, Intel è in grado di progettare prodotti di dimensioni inferiori del 25% alle versioni precedenti e pertanto a costi più contenuti, oltre ad avere la possibilità nel prossimo anno di sfruttare nuove opportunità con le soluzioni “system on chip” per i dispositivi ultraportatili e l’elettronica di consumo.

“L’impegno dimostrato in termini di ingegno, fisica e progettazione nel tentativo di risolvere una delle sfide più impegnative del settore è impressionante, e mi congratulo con i team Intel per questo risultato straordinario”, ha commentato Paul Otellini, President e CEO di Intel. “Questa impresa, considerando anche le nostre architetture leader di settore, si traduce in computer più veloci e sottili, con una durata prolungata della batteria e una maggiore efficienza energetica. Il nostro obiettivo è offrire ai consumatori una nuova categoria di computer che consentano di accedere a tutte le funzionalità di Internet in formati ancora più ridotti e portatili”.

I nuovi processori a 45 nm (un nanometro equivale a un miliardesimo di metro) vantano una densità dei transistor raddoppiata rispetto ai chip precedenti realizzati con la tecnologia Intel a 65 nm, ossia fino a 820 milioni di transistor per i processori quad-core, tutti basati sulla nuova formula Intel.

Nuovo processore per PC desktop di fascia alta
Il processore Intel Core 2 Extreme quad-core QX9650, il primo processore a 45 nm Hi-k per PC desktop, offre tutta la potenza necessaria per gli appassionati di videogame e multimedia. Miglioramenti come una cache L2 più grande e il supporto per nuove istruzioni multimediali Intel® SSE4 contribuiscono a portare le prestazioni dei PC verso nuovi livelli “estremi”.

“Uno dei nostri obiettivi era ottimizzare Crysis per offrire i massimi livelli di qualità, con la possibilità di giocare ai videogame più coinvolgenti sull’hardware più recente”, ha affermato Douglas Binks, R&D Manager di Crytek. “Con i nuovi processori Intel Core 2 Extreme a 45 nm Hi-k, utilizziamo la tecnologia multi-core per realizzare simulazioni fisiche, effetti speciali e audio su core distinti, in modo da offrire agli utenti di Crysis un’esperienza di gioco straordinaria”.

Famiglia di processori per server a 45 nm con velocità record
Alla linea di processori Intel per server sono stati aggiunti 15 nuovi processori Intel Xeon dual-core e quad-core a 45 nm Hi-k. I 12 nuovi chip quad-core vantano velocità comprese tra 2 GHz e 3,20 GHz, con Front Side Bus fino a 1600 MHz e cache da 12 MB. I 3 nuovi chip dual-core offrono velocità di clock fino a 3,40 GHz, FSB fino a 1600 MHz e cache da 6 MB.

I processori Intel Xeon a 45 nm Hi-k sono compatibili con le piattaforme server basate sulla famiglia di chipset Intel® 5000. Inoltre, Intel sta per lanciare tre soluzioni di piattaforma per supportare i processori a 45 nm, tra cui:
La piattaforma basata sul chipset Intel® 5400 (nome in codice “Stoakley”) ottimizzata per applicazioni ad ampia larghezza di banda come il computing a elevate prestazioni (HPC).
Il chipset Intel 5100 Memory Controller Hub e il controller Intel ICH-9R I/O (nome in codice “Cranberry Lake”), soluzioni ottimizzate per costi contenuti che supportano uno o due processori e forniscono anche un consumo energetico ridotto tramite la memoria DDR2 nativa.
La piattaforma basata su chipset Intel 3200 (nome in codice “Garlow”), progettata appositamente per i server entry-level monoprocessore.

Il processore Intel Xeon Quad-Core a 45 nm Hi-k serie 5400 stabilisce diversi record mondiali ** con i principali benchmark di settore. Con un server HP Proliant DL380 G5 è stato raggiunto un nuovo punteggio TPC-C* con un punteggio di 273.666 tpmC e un record SAP-SD* con un punteggio di 2449 utenti SD. Con un server Dell PowerEdge* 2950 che esegue BEA JRockit* JVM è stato ottenuto il risultato record di 303130** BOPS con SPECjbb*2005. Dell ha anche registrato un nuovo record delle prestazioni della virtualizzazione con il benchmark VMmark su VMWare ESX Server, con un punteggio di 8,47 a 6 tile. Con un server PRIMERGY RX300 S4, Fujitsu-Siemens ha definito un nuovo record per SPECint*_rate2006 con un punteggio di 138.

Inoltre, la piattaforma basata su chipset serie 5400 con Front Side Bus a 1600 MHz ha stabilito nuovi record mondiali** con i principali benchmark del computing a elevate prestazioni e a uso intensivo di larghezza di banda, tra cui SPECfp*_rate2006, che misura le prestazioni del throughput in virgola mobile. Record mondiali sono stati inoltre raggiungi con i principali benchmark HPC, tra cui Fluent*, LS-Dyna*, SPECOMP2001* e Abaqus*. Per informazioni dettagliate sui sistemi e sui test per questi e altri benchmark delle prestazioni, visitateil sito Web all’indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm .

I processori Intel Xeon a 45 nm Hi-k confermano inoltre la leadership dell’azienda in termini di rapporto prestazioni/watt, offrendo un miglioramento del 38%1 rispetto alla generazione precedente di processori Intel Xeon Quad-Core serie 5300.

Il passaggio da 65 nm a 45 nm non riguarda solo la riduzione delle dimensioni delle attuali architetture dei chip. I processori includono altre caratteristiche come le nuove istruzioni Intel® Streaming SIMD Extension 4 (SSE4), ossia 47 nuove istruzioni che velocizzano i carichi di lavoro, tra cui la codifica di video per l’alta definizione e la manipolazione di foto, oltre a importanti applicazioni HPC e di fascia enterprise. I fornitori di software che supportano il nuovo set di istruzioni SSE4 comprendono Adobe*, Microsoft* e Symantec*.

Altre caratteristiche architetturali per il miglioramento delle prestazioni dei processori sono:
Tecnologia Intel® Virtualization avanzata – La transizione delle macchine virtuali (ingresso/uscita) è stata migliorata in media del 25-75% tramite hardware senza richiedere modifiche al software.
Divisione veloce dei numeri – Un divisore veloce raddoppia la velocità rispetto alle generazioni precedenti per i calcoli eseguiti in quasi tutte le applicazioni tramite una tecnica denominata Radix 16. La possibilità di dividere più velocemente istruzioni e comandi aumenta le prestazioni del computer.
Super Shuffle Engine esclusivo – Implementando un’unità shuffle più ampia a 128 bit, le prestazioni risultano sensibilmente più elevate per le istruzioni legate a SSE che includono operazioni di tipo shuffle. Questa caratteristica è destinata ad aumentare le prestazioni per la creazione di contenuti, l’imaging, i video e il computing a elevate prestazioni.

I prezzi dei processori Intel Xeon a 45 nm Hi-k variano a seconda di modello, velocità, caratteristiche e quantitativi ordinati da 177 a 1.279 dollari in lotti da 1.000 unità. Il processore Intel Core 2 Extreme quad-core QX9650 a 45 nm Hi-k è disponibile al prezzo di 999 dollari in lotti da 1.000 unità. A seconda del modello, questi processori sono già disponibili in commercio o lo saranno entro 45 giorni. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Web all’indirizzo www.intel.com/pressroom/kits/45nm .

Intel, leader mondiale nell’innovazione del silicio, sviluppa tecnologie, prodotti e iniziative per continuare a migliorare il nostro modo di vivere e lavorare. Per ulteriori informazioni su Intel, consultate i siti Web www.intel.com/pressroom e blogs.intel.com .

Intel, Intel Core e il logo Intel sono marchi o marchi registrati di Intel Corporation o di società controllate da Intel negli Stati Uniti o in altri Paesi.

* Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

** Le affermazioni sui record mondiali e di altro tipo sono basate sul confronto delle prestazioni delle piattaforme server DP con architettura x86. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all’indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm . Intel non controlla né verifica la progettazione o l’implementazione di benchmark o siti Web di terze parti citati in questo documento. Intel incoraggia tutti i clienti a visitare i siti Web citati o altri siti in cui vengono segnalati benchmark delle prestazioni simili e verificare se i benchmark citati sono accurati e riflettono le prestazioni dei sistemi da acquistare.

1 Affermazioni sul 38% di miglioramento del rapporto prestazioni/watt basate su SPECjbb*2005. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all’indirizzo www.intel.com/performance/server/xeon/summary.htm .

Il presente comunicato stampa contiene affermazioni relative a previsioni per il futuro, soggette a diversi fattori di rischio e incertezze che potrebbero influenzare il successo dell’introduzione sul mercato dei prodotti esaminati; un’analisi dettagliata di tali fattori di rischio è inclusa nel documenti SEC (Securities & Exchange Commission) di Intel, compreso il report del Form 10-Q per il trimestre chiuso il 29 settembre 2007, disponibile all’indirizzo intc.com.

Lascia un commento