G DATA: I videogiocatori sotto attacco. Attenzione al Filesharing!

di Marco Commenta


Secondo un recente studio sui rischi relativi ai network di filesharing condotto da G DATA Security Labs, la percentuale di file potenzialmente dannosi che sono mascherati da software per videogiochi è aumentata sensibilmente durante il primo trimestre del 2008.
Per i giocatori online i network P2P così come eMule sono un tool molto diffuso e conosciuto per cercare trucchi, patch e altro software che riguarda i videogiochi. Ciò che la gran parte di loro però non sa è che la maggioranza di questi file offerti sui siti di filesharing sono stati creati proprio per infettare i loro Pc piuttosto che per fornire loro materiale utile.

A Gennaio il livello di malware presente era già elevato e si attestava al 58% per raggiungere poi il 62% a Febbraio ed arrivare ad un picco massimo del 67% in Marzo.

Sembra che i videogiochi stiano diventando sempre più un obbiettivo prediletto dai cyber criminali. Da questo punto di vista non sorprende il fatto che, al mercato nero, il furto degli account online abbia un valore di scambio addirittura più elevato di quello riguardante i dati delle carte di credito.

G DATA mette dunque in guardia i giocatori online dai rischi connessi al cybercrime affinché possano provvedere a proteggersi in modo adeguato utilizzando soluzioni di sicurezza complete come G DATA Total Care.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>