Facebook: Scagiona un ragazzo da un’accusa di furto

“Dove sono i miei pancakes?”. E’ bastato questo messaggio ‘postato’ su Facebook dal computer di casa a scagionare completamente il suo autore, un ragazzo di 19 anni, dall’accusa di furto. La storia di Rodney Bradford, così si chiama questo teenager newyorchese, ha offerto lo spunto al sito del New York Times per raccontare come cambia la giustizia ai tempi di internet, visto che per la prima volta una traccia lasciata da un imputato su un social network assume il valore di alibi davanti a un tribunale.

Il 17 ottobre, alle 11,49, Rodney chattava dal computer della casa paterna, nella 118/a strada, ad Harlem. In particolare chiedeva sul web dove fossero i suoi pancakes, le popolari frittelle, alimento base della prima colazione di molti americani. L’indomani il ragazzo veniva arrestato con l’accusa di aver compiuto un furto, il giorno prima, nel palazzo dove vive abitualmente con la matrigna, che però si trova a Brooklyn, cioé dall’altra parte della città.
A quel punto il giovane s’é affidato a un avvocato e ha chiesto alla Corte di verificare, attraverso la proprietà di Facebook, che il suo messaggio era stato mandato dal computer del padre, negli stessi minuti in cui è avvenuto il furto.

Read more

Nokia Trends Lab 2008: contest di design e moda per superare i confini della creatività e dell’Italia…volando subito a Mosca

Nato originariamente per la musica l’edizione 2008 del Nokia Trends Lab, che con l’usuale tour ha attraversato tutta l’Italia raggiungendo i giovani nei loro locali preferiti per coinvolgerli in un’innovativa sperimentazione, ha esteso l’applicazione delle nuove tecnologie utilizzate dai ragazzi, in mobilità e non, a nuovi ambiti vocati per eccellenza a dar spazio alla creatività: il design e la moda. Sono nate così numerose iniziative sul sito www.nokiatrendslab.it nell’area “Design&Fashion Lab”.

Read more

Check Point mette in guardia i consumatori dalle nuove minacce di Facebook

Check Point Software Technologies Ltd. società leader nella sicurezza Internet, avverte i consumatori di un nuovo malware che si sta rapidamente diffondendo e che costituisce una seria minaccia per gli utenti del popolare sito di social networking, Facebook.
“Secret Crush” è un nuovo programma software che viene distribuito attraverso Facebook utilizzando l’interfaccia di sviluppo che consente a terze parti di collegare applicazioni software direttamente in Facebook. La minaccia si propaga inviando agli utenti di Facebook una notifica che un amico ha un “crush” e cioè si è invaghito di loro. Per scoprire “chi”, l’utente è invitato a scaricare un’applicazione che conduce all’adware “Zango”. Il download di applicazioni è molto frequente su Facebook perché gli utenti spesso cliccano questo prompt senza un’attenta considerazione.

Read more