Germania e Italia al primo posto: G DATA presenta la top ten dei paesi con il maggior numero dei Pc zombie

di Marco 1


Il grande esercito dei Pc Zombie, utilizzati dai criminali per inviare Spam o attacchi DDoS si trova localizzato in Europa secondo quanto scoperto recentemente da G DATA Security Labs. L’analisi degli indirizzi IP condotta dal Team OutbreakShield di G DATA nel primo trimestre del 2008 ha chiarito molti aspetti della questione: per quanto riguarda il numero di Pc zombie Germania e Italia sono al primo posto nella lista mondiale con il 20% dei computer coinvolti in Botnet. Il numero dei Pc zombie utilizzati ogni giorno è di circa 350.000 ma, in momenti particolari, tale cifra può raggiungere le 700.000 unità di Pc attivi nell’inviare Spam.

Le Botnet sono la spina dorsale dell’industria dell’e-crime e fruttano ogni anno miliardi agli operatori con il loro giro di affari. Il portfolio di servizi delle reti criminali è ormai parecchio variegato e comprende invio di Spam, attacchi DDoS, Phising, Pharming, Malware e furto di dati. I criminali online sono pertanto alla continua ricerca di computer scarsamente protetti in maniera tale da assorbirli ed integrarli all’interno delle loro Botnet. La nazioni con una buona infrastruttura IT e veloci connessioni DSL sono in cima alla lista di priorità dei cosiddetti Botnet Master. Secondo l’analisi di G DATA Security Labs non sorprende dunque che le nazioni dell’Europa Occidentale siano ai primi posti per numero di Pc zombie attivi.

Top Ten della nazioni con il maggior numero di Pc zombie

Country % Share

Germany 10 %

Italy 10 %

Brazil 8 %

Turkey 8 %

China 6 %

Poland 6 %

USA 5 %

Russia 5 %

Spain 5 %

India 4 %

Ralf Benzmüller, Responsabile di G DATA Security Labs

“I Botnet Master hanno ormai preso di mira l’Europa da diverso tempo. Qui infatti possono trovare veloci connessioni DSL e un gran numero di Pc la maggior parte dei quali poco protetti. I codici maligni sono per lo più inviati tramite siti fasulli o siti hackerati. Basta caricare questi siti nel proprio browser per trasformare il proprio Pc in un Pc zombie. Utilizzare firewall e protezioni antivirus purtroppo non è ancora una soluzione praticata da tutti gli utenti, Questo fa sì che i criminali possano impadronirsi di un gran numero di Pc ed utilizzarsi dunque velocemente per i propri scopi. Quasi ogni secondo un utente in Germania naviga in rete senza una protezione antivirus aggiornata e di conseguenza rappresenta una facile preda.”

Background: Botnet – la guerriglia sul web

I criminali usano le Botnet non solo per mandare Spam, mail di Phising o attacchi DDoS. I computer zombie sono utilizzati anche per ospitare pagine contenenti Phising e Malware ed andare alla ricerca di server per e-mail. Negli ultimi due anni il numero di bug speciali (Backdoor) che consentono ai criminali di controllare in remoto i Pc infetti e di infettarli con ulteriori codici maligni è quasi quintuplicato.

Commenti (1)

  1. se potevate mandare un email virus grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>